“Filelfo”: Il codice del Maestro degli Offici di Montecassino. Un libro d’ore in volgare del 1469. Facsimile e Commentarii

70,00

Misure 30x21x2

Peso 1650g

Pag. 254

18 disponibili

Categoria:

Descrizione

‘Filelfo’: il codice del Maestro degli Offici di Montecassino. Un Libro d’ore in volgare del 1469, è il titolo di questo quarto volume della collana cassinese ‘Facsimili e commentarii’ (Montecassino 2022. ISBN 978-88-8256-254-0), che offre finalmente al pubblico dei lettori la possibilita di sfogliare come dal vivo uno dei libri d’ore – raccolte di preghiere devozionali – manoscritti più importanti che siano stati prodotti nell’Italia del Quattrocento. La bellezza delle rare miniature, l’eleganza della scrittura umanistica di Bartolomeo Fabio de Sandallo, e l’originalita del testo in volgare di Giovanni Mario Filelfo, cospicuo per le sue implicazioni devozionali, liturgiche e letterarie, lo attestano in modo inequivocabile. Notevole in particolare, tra le pagine illustrate dall’anonimo ‘Maestro degli Offici di Montecassino’, è quella (p. 9) che appare anche in copertina, dove si colgono le tracce di una cultura figurativa tra le piu eccelse del rinascimento umanistico italiano, che rinvia agli edifici dipinti da Mantegna nella cappella Ovetari a Padova, offrendo uno dei piu alti esempi di frontespizio architettonico nel terzo quarto del XV secolo. Al tempo stesso la grandiosita statuaria dello scorcio del gruppo di cavalli e la gravità del cavaliere in armi miniati sullo sfondo di un cielo terso uniscono, nella versione addolcita di Girolamo da Cremona, echi del linguaggio di Piero della Francesca a quello di Mantegna. Il prezioso codice fu allestito per volontà del nobile veronese Daniele Banda come dono da offrire ad Ercole d’Este futuro duca di Ferrara, il cui nome (ercules) in letterine d’oro appare scritto sulla lancia che lo stesso cavaliere regge nella mano destra.

Informazioni aggiuntive

Peso 1650 g
Dimensioni 30 × 21 × 2 cm